Tutti i prezzi sono compresi di bagaglio in stiva a mano, pasto e del web check-in quando applicabile.


PRENOTA ADESSO

DA MILANO

Salalah

a partire da

299,99€

DA VERONA

Salalah

a partire da

299,99€

GUIDA DI SALALAH

Stato: Oman

Capitale: Muscat

Moneta: Omani Rial

Lingua ufficiale: Arabo. Si parla l'inglese nei maggiori centri urbani

Differenza orario con l’Italia: +3 ore in inverno; +2h da marzo a ottobre nel periodo di validità dell'ora legalequando in Italia è in vigore l'ora legale.

Prefisso telefonico: 00968 e numero telefonico locale

Documento d’ingresso: Passaporto con visto

Voltaggio elettricità: 220 V


Informazioni

Capitale tradizionale del Dhofar, assai prospero e potente nel XIII secolo, grazie al fiorente commercio dell'incenso, subì in seguito un periodo di decadenza, che la portò nel XIX secolo ad essere assorbita dal Sultanato di Mascate. Dal 1932 al 1970 fu la capitale del Sultanato di Mascate e Oman, sotto la guida di Said bin Taymur. Alla morte del Sultano, il successore, il figlio Qabus, decise di spostare la propria residenza a Mascate.


Geografia

Salalah sorge in un'area pianeggiante, di fronte all'oceano Indiano, circondata dalle montagne del Dhofar. La regione è una delle rare zone abitate da popolazioni di lingua araba ad essere interessate dai monsoni: nella regione il fenomeno è noto con il nome di kharif.


Da visitare

Il museo di Salalan: principale museo della città, espone una cospicua collezione di pietre, utensili, ceramiche e costumi tradizionali che permettono al visitatore di ripercorrere le tappe storiche che hanno caratterizzato il paese. Da non perdere i siti archeologici che si trovano lungo la regione,alcuni santuari ed una tomba che viene attribuita a Giobbe. Pur offrendo molto poco architettonicamente, la zona rimane tuttora uno dei luoghi più affascinanti dell’Oman grazie sopratutto alle splendide spiagge che costeggiano la strada di Mughsail, piccolo centro poco distante da Salalan.


Curiosità

Rigogliosa con i suoi palmeti, fresca con le sue piacevoli piogge, profumata con i suoi incensi, Salalah oltre ad essere testimone di antiche vestigia. A Salalah si può godere del monsone del Khareef (l’autunno) e della sua vegetazione lussureggiante, ammirando monti che si tingono dei colori dell’aurora e del tramonto, ma si può anche osservare la moltitudine di rare specie ornitologiche che pattugliano la zona.